A Venezia, Bacio della Luna ha festeggiato il suo decimo anniversario

Una serata di gala per un anniversario speciale.

È l’evento che si è tenuto sulla Terrazza dell’Hotel Danieli per festeggiare i 10 anni di Bacio della Luna, l’Azienda agricola che si trova immersa nel territorio UNESCO del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG che può contare su circa 25 ettari vitati.

La realtà proposta dalle cantine di Vidor, fiore all’occhiello della Schenk Italian Wineries, è peculiare: una forma di allevamento in vigna a “Doppio Capovolto”, dove ogni singola fase della produzione, dalla selezione alla vendemmia, viene realizzata manualmente, in rigorosa armonia con l’ambiente. Le parole d’ordine sono: delicatezza, intensità, eleganza e armonia, per garantire spumanti che profumino di tradizione e mettano sempre la qualità al primo posto.

Un nuovo prosecco in edizione limitata

La filosofia che ci ha guidato verso questo importante traguardo è un mix tra innovazione, ricerca e investimenti mirati al miglioramento continuo.

Daniele Simoni, AD di Schenk Italian Wineries
Bacio della Luna Collezione Anniversario edizione limitata

L’occasione è stata la cornice perfetta per presentare un nuovo progetto in edizione limitata: un Bacio della Luna Collezione Anniversario Valdobbiadene Millesimato 2020. Le bottiglie saranno soltanto 10mila, esclusive e numerate, avvolte una per una da un packaging minimale ed elegante.

È un onore e un grande piacere per tutti noi poter celebrare il decimo anniversario di Bacio della Luna – ha riferito Daniele Simoni, AD di Schenke presentarvi l’eccezionale frutto di dieci anni di duro lavoro attraverso le bollicine della nuova bottiglia Collezione Anniversario Bacio della Luna Millesimato 2020. Farlo in una location come quella dell’Hotel Danieli di Venezia, dopo due anni di restrizioni, distanziamento, fiere annullate e viaggi cancellati, assume un significato ancora più speciale. Ce l’abbiamo fatta. La mia mente è colma di cose da raccontare e da dire, anche perché in questi 21 anni alla guida di Schenk Italia ne abbiamo fatta di strada – ha continuato . Voglio soffermarmi, però, su quella che è la filosofia che ci ha portato qui oggi, vale a dire l’innovazione, la ricerca di nuovi prodotti, la continua voglia di migliorarci ed i continui investimenti che hanno permesso a Schenk Italia di essere fra le prime 10 aziende vitivinicole private d’Italia“.

Bacio della Luna, infatti, è stata acquisita da Gruppo Schenk soltanto nel 2011, con una mossa che, per l’epoca, poteva sembrare persino ardita ma che si è rivelata coraggiosa e lungimirante. A distanza di 10 anni, i numeri parlano chiaro: 15 milioni di bottiglie prodotte e 50 milioni di euro di fatturato!

Finalmente dopo le limitazioni causate da lockdown e chiusure abbiamo potuto rivedere amici, clienti, partner e colleghi e questo ci riempie di fiducia e entusiasmo per il futuro – ha commentato il Direttore Commerciale di Bacio della Luna, Roberta Deflorian. È stata anche l’occasione perfetta per presentare l’Edizione Limitata Collezione Anniversario di Bacio della Luna, una selezione del nostro DOCG frutto esclusivo del micro terroir e dei vigneti di proprietà e di una lunga fermentazione, con cui vogliamo celebrare la bellezza della nostra storia e del futuro che verrà“.

Il futuro

In effetti, passato e presente di queste cantine non possono che ispirare anche il prossimo futuro.

Tra i progetti a venire di Bacio della Luna si parla già di un importante piano biennale di investimenti con il rinnovo del sito produttivo dell’azienda, il passaggio al biologico e il lancio di Bacio della Luna Metodo Classico.

Insomma, siamo solo all’inizio!

RELATED ITEMS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend