Viaggio nel concept Venezie Channel

Era il 2005 quando, nel padovano, fece capolino un nuovo progetto divulgativo, un format televisivo intitolato “Pantheon – Non solo Architettura” che entusiasmò persino gli Ordini degli Architetti del Veneto e si ritrovò addirittura citato in un saggio della Treccani.

Un’idea nata dalla passione e dall’impegno di una sola persona, Luigi Agostino Mariani, che mai avrebbe potuto prevedere le evoluzioni future di quella piccola fetta di intrattenimento culturale a cui stava dando vita.

Amarcord

E in 15 anni ne sono successe di cose!

Da Pantheon a Venezie Channel: operazione rebranding

L’esperienza del Direttore Mariani nei settori del giornalismo e dell’editoria, la familiarità con la carta stampata e la naturale predisposizione alla creazione video e allo storytelling culturale, successivamente, si sono fusi per forgiare qualcosa di nuovo, di più moderno e, soprattutto, di largo respiro. Venezie Channel incarna diverse anime: non più soltanto architettura, ma eccellenza del territorio a tutto tondo, affondando le radici nell’intero tessuto del Trivenento e spingendosi anche più in là.

L’era dei social, poi, ha fatto il resto.

Quando Facebook prima e Instagram poi hanno cominciato a diventare delle vere e proprie finestre da cui osservare il mondo, Venezie Channel ha assunto la dimensione multicanale odierna: blog, media, Tv, WebTv e pagine di cellulosa sono diventati la sua casa, come rami di uno stesso albero.

Ma com’è stata pensata questa operazione di rebranding?

Ce ne parla il nostro amico, l’architetto e graphic designer Ferruccio Tasinato, che ha curato l’immagine coordinata che ci è tanto familiare.

Il concept

Allo studio del logo si è dedicata particolare attenzione: “la scritta Venezie – come riferito dallo stesso Tasinato – è sottolineata da un elemento grafico molto semplice di colore grigio neutro, smussato lateralmente a richiamare la forma di un vascello, con un chiaro riferimento agli elementi che animano la città di Venezia“.

Quali sono, invece, le origini del nome?

Un nome plurale

L’idea è nata dalla volontà di distaccarsi dal “solito” concetto di Venezia, agganciandosi ad un’identità che venisse percepita come plurale: da qui la scelta di Venezie, che si riferisce all’intero territorio del Triveneto, inglobando in così poche lettere una storia complessa fatta di una geografia di orizzonti popolati da montagne, mari, laghi e lagune.

Un nome plurale, insomma, per una realtà che si è imposta sin da subito come multichannel.

E c’è un piccolo dettaglio in più su cui vale la pena soffermarsi: quella “E” finale del logo, ruotata in modo tale da andare a richiamare, con la “I” precedente, il numero 13. Come mai?

Il progetto grafico

Mistero svelato!

L’operazione di rebranding, infatti, è avvenuta proprio nel 2013.

Un occhio anche ai colori che compongono la scelta grafica: oltre il grigio prima citato, un azzurro molto carico con qualche componente magenta, che imita l’atmosfera delle città di mare.

A Venezia, l’azzurro ed il bianco – che costituisce lo sfondo del logo – li troviamo nelle divise dei gondolieri, nelle decorazioni dei pali da ormeggio… gli stessi cieli del Tiziano vorrebbero essere qui richiamati.

Ferruccio Tasinato

La scelta per il font, infine, è ricaduta su un elemento moderno, molto minimal e di tipo unilinear, adottato nella versione bold per conferire al progetto maggiore incisività.

Quasi 10 anni di Venezie Channel!

In questi anni, di storie, eccellenze, piatti, cantine e progetti ne abbiamo raccontati tantissimi, in tutti i modi in cui amiamo farlo.

Al webmagazine si sono presto abbinati i social network e la WebTv su YouTube e, lo scorso anno, il nostro direttore è anche approdato sul grande schermo con un programma intitolato #InViaggio che ha fatto da apripista per la novità che ci terrà in compagnia questo autunno: #InViaggioRestart. Una finestra sulla cosiddetta nuova normalità post-pandemica che ci aiuterà a capire come affrontare questo nuovo capitolo sociale, economico e imprenditoriale della nostra vita e, soprattutto, ci offrirà dei “buoni esempi” da cui lasciarci ispirare per dominare gli eventi e non soccombere.

Ma non vi sveliamo troppi dettagli… restate sintonizzati sui nostri canali!

RELATED ITEMS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend