5 serie tv “vintage” da recuperare quest’estate

Ci siamo, il momento delle tanto attese ferie sta arrivando un po’ per tutti e potremo, finalmente, rilassarci godendoci l’aria di mare o di montagna e scoprendo posti nuovi da visitare. Ma, per gli amanti dello streaming selvaggio e del binge watching, questa è anche l’occasione perfetta per recuperare (o riguardare, per l’ennesima volta) qualche serie tv vintage.

Ecco, quindi, 5 consigli assolutamente cult da tenere in considerazione!

#1. The X-Files

The X-Files

Si potrebbe partire da molto più lontano, citando le varie “Mork & Mindy” (1978), “Ralph supermaxieroe” (1981) o l’interpretazione di Batman anni ’60 ma, per quanto riguarda l’era moderna, X-Files è sicuramente la madre di tutte le serie o, perlomeno, di tante.

Andata in onda, ininterrottamente e nonostante i tanti incidenti di percorso, dal 1993 al 2002, ha influenzato più di una generazione, appassionando intere famiglie alle storie di alieni e paranormale su cui indagavano gli agenti Mulder (David Duchovny) e Scully (Gillian Anderson).

Gli adolescenti degli anni ’90 sono diventati adulti insieme a questa saga: l’impronta lasciata è stata talmente eterna e incancellabile che, dal 2016 al 2018, il creatore Chris Carter ci ha concesso un revival più che gradito, con due stagioni nuove di zecca e i nostri beneamini sempre al lavoro sull'”impossibile”.

Piccola chicca: nel 2001 venne lanciato uno spin-off chiamato “The Lone Gunmen” che vedeva protagonisti i Pistoleri Solitari, personaggi ricorrenti della serie e molto amati dal pubblico. La serie venne cancellata dopo soli 13 puntate e non è un caso: il primo episodio, trasmesso il 4 marzo 2001, raccontava dell’organizzazione, ad opera di una parte del governo USA, di un autoattentato che giustificasse una guerra e il rinvigorirsi del mercato delle armi. L’attentato consisteva nel telecomandare un aereo di linea verso il World Trade Center… cosa che si sarebbe tragicamente verificata soltanto pochi mesi dopo.

Disponibile su DisneyPlus.

#2. Buffy l’ammazzavampiri

Cambiamo genere – ma non troppo – spostandoci su un teen drama immerso in un background horror-action. Altro che “Dawson’s Creek”!

La storia si svolge a Sunnydale (una cittadina fittizia) e vede come protagonisti un pugno di adolescenti alle prese con i primi amori, il look e la scuola. A dominare la scena, Buffy Summers (Sarah Michelle Gellar), che scopre di essere “la prescelta” per la lotta ai vampiri e al male che sgorga da quella che viene chiamata la “Bocca dell’Inferno“.

Le cose si complicano con l’arrivo di Angel… un vampiro diverso dagli altri. Un (tormentato) vampiro con l’anima.

Una trama che sembra scontata e poco intrigante, ma che si rivela tutto l’opposto; densa, profonda, emozionante, sorprendente. Tanto da ispirare, anche in questo caso, un bellissimo spin-off dedicato proprio ad Angel e alla sua agenzia investigativa di Los Angeles.

– A proposito, team Angel o team Spike? –

Disponibile su DisneyPlus e Amazon Prime Video.

#3. Willy, il principe di Bel-Air

Prima di “Friends“, c’era “Willy, il principe di Bel-Air” (1990-1996).

Una sitcom che ha fatto storia, incentrata sulla vita di un ragazzo di Filadelfia che si ritrova a vivere con i ricchi zii in una villa di Bel Air. 6 stagioni e 148 episodi di risate, ma anche lacrime e emozioni contrastanti.

È grazie a questa serie che Will Smith è entrato nelle nostre case (conquistando il cuore di mezzo mondo), ma il suo non è l’unico personaggio dello show rimasto nella storia. Cosa sarebbe stato Willy senza Carlton Banks (Alfonso Ribeiro)?

Attualmente disponibile solo su supporto DVD.

#4. Lost

Torniamo a qualcosa di assolutamente peculiare e mindblowing.

Lost” è uno show sicuramente meno vintage degli altri, ma che merita una menzione in questa carrellata.

Andato in onda tra il 2004 e il 2010, ha completamente stravolto il mondo delle serie tv e ha creato dei presupposti narrativi talmente nuovi da essere diventato una sorta di spartiacque: c’è un “prima di Lost” e un “dopo Lost”.

Sarebbe impossibile anche solo pensare di poter riassumerne la trama, ma il punto di partenza è un incidente aereo che fionda i passeggeri su un’isola deserta che, molto presto, si rivela misteriosa e piena di insidie.

Ma “Lost” è anche un viaggio nel bene e nel male e in tutte le sfumature che giacciono in mezzo, un’identità, un unicum nel panorama mondiale degli show televisivi. E, se amate le storie intrippanti e piene di colpi di scena, non potete proprio perdervelo.

Disponibile in streaming su DisneyPlus.

#5. Fringe

Fringe

Anche “Fringe” (che ha alle spalle J.J. Abrams, esattamente come “Lost”) è piuttosto recente, essendo andata in onda dal 2008 al 2013, ma di questa serie si parla sempre troppo poco.

È una sorta di costola di “X-Files” (nei primi episodi c’è anche un velato riferimento, che tutti i fan più sfegatati hanno subito notato) che ha come protagonisti un’agente dell’FBI, Olivia Dunham (Anna Torv), uno scienziato, il Dr. Walter Bishop (l’immenso John Noble), e suo figlio Peter (Joshua Jackson, il Pacey di “Dawson’s Creek”).

La narrazione è un salto continuo tra emozioni, universi paralleli e divergenti, personaggi doppi, tripli, versioni buone e cattive di se stessi… e una cesta piena zeppa di easter egg da scoprire; esistono addirittura diverse sigle a seconda del particolare universo di cui si parla nei vari episodi.

Non tutti sono stati felici del suo epilogo, ma resta una serie di una potenza emotiva incredibile che va, di certo, guardata con attenzione… e più di una volta.

Disponibile su Mediaset Infinity.

E voi, quali serie tv vintage vorreste recuperare o riguardare?

RELATED ITEMS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend