Mimosa, una torta e una pasta in giallo

La torta Mimosa è il simbolo dolce per festeggiare le donne nella festa a loro dedicata dell‘8 marzo.

Spicca per la copertura gialla fatta coi pezzetti di pan di spagna e ricorda i fiori della omonima pianta.

La pianta di mimosa infatti è l’altro emblema della Giornata delle donne.

La Giornata fu istituita nel 1911 in memoria delle 129 operaie americane morte in un incendio nel 1908.

Nel 1946 si scelse tale pianta perché “un fiore povero e facile da trovare nelle campagne” come spiegato da Teresa Masi (allora dirigente dell’Unione Donne Italiane).

Negli anni Cinquanta arrivò anche il dolce.

La torta mimosa

La paternità della torta Mimosa è assegnata a un ristoratore di Rieti, tale Adelmo Renzi.

Nel 1962 Renzi si recò a Sanremo per partecipare ad un concorso di pasticceria dedicato alle torte e la sua ricetta fu un trionfò.

La ricetta originale è tuttora segreta ma di sicuro Renzi presentò un dolce di Pan di Spagna, farcito con crema e coperto in superficie con cubetti di Pan creando appunto “l’effetto Mimosa”.

Il suo dolce, così giallo che omaggiava Sanremo e i suoi fiori, trovò ben presto diffusione in molte pasticcerie italiane e fu associato alla ricorrenza dell’8 marzo.

Scopriamone ora la ricetta.

La torta Mimosa di Aurora

Come sempre, chiediamo consiglio alla nostra pasticcera Aurora della pasticceria Le Delizie di Aurora di Montagnana (PD) per la preparazione.

La Mimosa è appunto un dolce composto da uno strato di Pan di Spagna, con farcitura di crema e pezzetti di frutta fresca.

La copertura è realizzata con pezzetti di Spagna disposti sulla crema, ricordando così il rametto del fiore.

Prepariamo il dolce

Nel nostro quaderno per gli appunti, riprendiamo la ricetta del Pan di Spagna e prepariamolo .

Facciamolo raffreddare e nel frattempo prepariamo la crema diplomatica.

La diplomatica è la crema pasticcera con aggiunta di panna fresca montata.

Amalgamiamo con cura la panna alla crema, con movimenti dall’alto al basso per non farla smontare.

Prendiamo la base di Pan di Spagna e tagliamolo in due dischi.

Conserviamo un disco e tagliamolo a cubetti per la copertura.

Bagnamo il disco di fondo con del succo di ananas e farciamolo con la crema usando un sac-a-poche.

Disponiamo i pezzetti di ananas sopra la crema.

Disponiamo sopra la crema e la frutta i cubetti di Spagna messi da parte.

Un’alternativa all’ananas altrettanto gustosa è la fragola.

Tagliatele a pezzettini e unitele alla crema. Daranno un bel colore alla torta!

Una spolverata di zucchero a velo, un piccolo rametto di mimosa per guarnire e… buona festa a tutte le donne!

Le varianti

Se preferite un gusto più intenso, potete bagnare il Pan di Spagna con un liquore come il Gran Marnier o il Maraschino.

L’ananas può essere sostituito anche con frutta sciroppata.

Una Mimosa salata?

L’effetto Mimosa vi piace ma siete stanchi del solito dolce?

Riproducetelo nel primo piatto!

Scegliete un formato di pasta corta, come i fusilli o le penne.

Mantecatelo con tuorli d’uovo sodi e sbriciolati, olio evo, parmigiano e pepe, per un sapore deciso.

Oppure arricchite i tuorli sodi e sbriciolati con ricotta e zafferano, per un sapore delicato ed un colore più intenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend