Venice Fashion Week 2020: nove giorni di eccellenza e cultura!

Torna la Venice Fashion Week e lo fa con una nuova edizione tutta da scoprire!

A partire dal 22 Ottobre, per ben nove giorni, sfileranno le eccellenze artigiane della città coinvolgendo alberghi ed atelier che apriranno le porte al pubblico.

Un segnale forte e chiaro, soprattutto in tempi di pandemia, che la cultura non può e non deve fermarsi; un’iniziativa che mira ad allietare i nostri sensi, pur nel rispetto delle normative anticontagio vigenti.

La manifestazione

Dietro la manifestazione, i nomi di Laura Scarpa e Lorenzo Cinotti di Venezia da Vivere; davanti, un’edizione innovativa, in linea con i tempi che stiamo vivendo, che punta moltissimo sull’interazione virtuale grazie alle dirette social che avverranno parallelamente agli appuntamenti in presenza, per coinvolgere un pubblico quanto più ampio è possibile.
Naturalmente, i fortunati presenti saranno pochissimi, poiché i posti sono stati limitati e offerti solo su prenotazione per rispettare il distanziamento personale che questo momento storico ci impone.

Entusiasta l’assessore alla Promozione del territorio Paola Mar che ha riferito: “Nonostante tutto Venezia c’è e ci sarà sempre. La città sta vivendo il periodo della pandemia in modo resiliente, e questa edizione della Venice Fashion Week ne è la dimostrazione. Vogliamo continuare a produrre cultura e andare avanti, nel rispetto delle norme. In tempi difficili l’uomo resiste, è una sua caratteristica antropologica. Ed è proprio per questo che, in determinate epoche, lievita il bisogno di cultura. Il fatto che questa manifestazione cerchi di unire la nostra tradizione ineguagliabile con
la contemporaneità fa sperare nell’apertura di un momento storico di
crisi, certo, ma anche di possibile riflessione per una ripartenza all’insegna di paradigmi diversi. Da poche settimane ho anche la delega alle Università, realtà sempre molto importanti nell’ambito della moda e del design. Sono convinta che se riusciremo a fare sinergia da tutti i punti di vista sarà una buona notizia per la città. Dobbiamo affrontare le sfide del nostro tempo, ringrazio gli organizzatori del Venice Fashion Week per averci sempre creduto: incarnate il vero spirito veneziano
“.

Le date da segnare sul calendario saranno quelle dal 22 al 31 ottobre: grandi nomi e talenti emergenti saranno i protagonisti di questa edizione, che proporranno idee in tema moda e creatività dando ampio spazio a sarti, stilisti, orafi, profumieri, impiraresse, vetrai e artigianato al 360 gradi.

In particolare, dal 23 al 25 ottobre si apriranno gratuitamente (e su prenotazione) le porte di botteghe e atelier per offrire delle inedite ed interessanti visite – anche dei giardini privati, nel cuore creativo della città – per l’iniziativa Atelier Aperti. In parallelo, spalancati anche alcuni importanti alberghi, solitamente inaccessibili al pubblico, che ospiteranno alcuni eventi legati alla manifestazione; e, a questo proposito, c’è una novità: non saranno le modelle a muoversi in passerella, ma i partecipanti a “girare intorno” ai tableau vivant per ammirarli. Un’idea nata per soddisfare le normative anti-covid.

I tre grandi nomi veneziani della moda

L’edizione 2020 della Venice Fashion Week celebrerà tre grandi veneziani:

  • Luciana Boccardi, giornalista tra le più importanti esperte di moda in Italia che, il 31 Ottobre, presenterà il suo ultimo libro;
  • Franco Puppato, sarto che ha vestito dive e regnanti, reduce dal premio Arbiter (l’Oscar della sartoria italiana);
  • Stefano Nicolao, maestro creatore di costumi storici per il teatro ed
    il cinema.

Previste anche le tradizionali passeggiate collettive, in collaborazione con
l’Associazione Piazza San Marco, con esperti di moda e di architettura.

Ad approfondimento, un convegno sull’artigianato e sulla moda sostenibile. Sul tema, anche la sfilata del 30 Ottobre – realizzata dalle nove aziende artigiane del Tavolo veneto della moda – all’hotel The St. Regis Venice – Marriott in cui protagoniste saranno le creazioni dello stilista Tiziano Guardini, vincitore del Green Carpet Award, ed i tessuti della Tessitura Luigi Bevilacqua.

Il riciclo, poi, è l’anima del “Nuovo Trionfo” previsto per sabato 24 Ottobre, in cui lo storico veliero attraccato in Punta della Dogana – oggetto di un progetto cittadino di recupero – accoglierà a bordo i curiosi per una visita d’eccezione.

ApritiModa e Venice Photo Lab

Se pensate che sia finita qui vi sbagliate di grosso!

La Venice Fashion Week collabora, infatti, con ApritiModa, evento nazionale che aprirà in tutta Italia le porte dei luoghi simbolo dell’eccellenza artigianale tra cui la già citata Tessitura Bevilacqua, l’Atelier Martina Vidal a Burano e la sartoria del Teatro La Fenice.

Da menzionare anche il festival Venice Photo Lab, mostra-laboratorio aperta a fotografi internazionali ideata da Lab77 con Unisve e curata da Fabio Cavessago, in cui l’intenzione è di scoprire i punti comuni (e le divergenze) tra il mondo tradizionale artigianale della fotografia e quello digitale.

Grazie all’associazione DO.VE., poi, verranno organizzati eventi aperti alla città per promuovere il talento.

La Venice Fashion Week è un progetto di Venezia da Vivere con il patrocinio
del Comune di Venezia, in collaborazione con Tavolo Veneto della Moda,
Associazione Piazza San Marco, Apritimoda, Do.Ve., Venice Photo Lab.

Vietato mancare!

RELATED ITEMS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend