Venezie Channel alla mostra del maestro Gelindo Baron alla Osteria A Modo Mio

Oggi vi portiamo alla scoperta di una tipica osteria veneta di Conselve, l’Osteria “A modo mio“. Siamo stati ospiti in occasione della vernice dedicata alla mostra del maestro Gelindo Baron.

Guida d’eccezione, il nostro grande amico Barone Costa!

Il locale e la sua filosofia

La filosofia di gestione dell’osteria “A modo mio” è tradizionale e innovativa al tempo stesso: prodotti sempre freschi, di stagione e genuini con un menù diverso ogni giorno!

Un’idea nata durante il lockdown per offrire qualcosa di continuamente differente e stimolante, evitando la “noia” del menù fisso ed abbracciando un concetto di cucina più dinamico: un modo per restare vicini ai clienti e per offrire quotidianamente un’esperienza realmente variegata.

Ma c’è molto di più.

Lo staff dell’osteria “A modo mio”, infatti, fa ampio riferimento ai produttori locali che portano avanti una filosofia di lavoro similare fatta di passione e genuinità; esempio ne è la carta vini, ricca di ben 40 etichette, in cui spiccano le bottiglie della cantina Barone Massimiliano Enrique Costa abitate da sapori veraci e spontanei, realizzati con tecniche all’avanguardia, eclettici proprio come la persona che li produce! Anche la pasta fa eco a questo modus: rigorosamente a marchio Fracasso, appare in un concept casereccio ed è prodotta dall’omonima azienda agricola di Pontecchio Polesine che porta avanti la sua idea di qualità a base di filiera corta dando vita ad un prodotto finale dal sapore superiore con bassa quantità di glutine ed alta digeribilità.

Non manca, poi, il manzo veneto, a conferma della predilezione – del maitre, Francesco Maradei, e dello chef, Alberto Stefanello, titolari della trattoria gourmet – per i prodotti della nostra area.

Qualche contaminazione portentosa arriva con l’olio scelto per essere portato a tavola o diventare ingrediente delle ricette di casa: è l’Eèe, importato direttamente dalla Grecia (quindi non chilometro zero ma chilometro buono, come viene definito dallo staff).

La mostra di Gelindo Baron

La visita alla osteria “A modo mio”, però, non è stata solo un tuffo tra i piaceri del palato, ma anche nell’arte – sempre, rigorosamente, a carattere territoriale.

Le mura del locale, infatti, sono arricchite da quadri del maestro Gelindo Baron, originario di Cona Veneta, un ricco percorso tra e le opere giovanili che si confrontano con le sue ultime realizzazioni.

Una pittura “aromatica”, stilizzata, colorata eppure tenue e gentile, quella del Baron, vicina ad un gusto francese e con una particolarissima attenzione all’intenzione figurativa e astratta, come se sulla tela comparissero immagini mentali più che reali. La formazione dell’artista, in effetti, sebbene con i piedi ben saldi in Veneto, si è arrichita nel tempo di una profonda ricerca verso quello stile che si potrebbe definire “astrattismo lirico“.

Il Barone Costa ci ha portati alla scoperta dei suoi capolavori – di cui qualcuno rientra nella sua personale collezione – commentandone meraviglie e specificità e portandoci, letteralmente, all’interno dei dipinti del maestro, a viaggiare e sognare tra le sue pennellate.

Per godervi l’atmosfera in prima persona, ecco il nostro resoconto video!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend