Indetto il decimo concorso internazionale di architettura

La Fondazione Jacques Rougerie indice il decimo concorso internazionale di architettura

Nel 2020, contro ogni preavviso data la situazione attuale di emergenza, è stato annunciato il decimo concorso internazionale di architettura.

Come ogni anno, la Jacques Rougerie Foundation indice una competizione su scala internazionale di architettura. Questo per premiare giovani architetti, ingegneri, designers (sia studenti che professionisti) capaci di progetti audaci e all’avanguardia. Progetti che sappiano rispecchiare il modo di abitare nel futuro, ma valorizzando e rispettando le ricchezze del mare e dello spazio.

Sarà infatti il concetto di biomimetica il punto centrale, l’argomento su cui progettisti dovranno ideare il loro operato. La biomimetica è il concetto che considera la natura, in tutte le sue forme, le sue curve e la sua fisicità unica, una fonte inesauribile da cui attingere per trarre ispirazione per i propri progetti.

I partecipanti pertanto, dovranno mostrare la loro capacità nel presentare progetti che rispettino la biodiversità. Prenderanno spunto proprio dalle inestimabili ricchezze della natura, e da queste dovranno ideare scenari di vita ambientati nel futuro. Per ideare gli scenari si potrà decidere una delle tre sezioni in gara. Queste sono dedicate a innovazione ed architettura per:

  • il mare
  • lo spazio
  • l’innalzamento del livello degli oceani

“L’attuale crisi internazionale ci ricorda fermamente che oggi più che mai, siamo noi a dover venire incontro alle maggiori sfide sociali e ambientali di questo Pianeta. Questo è un segnale convincente: siamo noi a dover cambiare il nostro modello e agire per creare un futuro sostenibile e resiliente.
Siamo noi che dobbiamo pensare in modo diverso, dobbiamo osare e rimanere determinati per progettare gli e stili di vita del domani, facendo affidamento sulla ricchezza e l’intelligenza della natura e creare collegamenti tra arte e scienza”

afferma Jacques Rougerie

I premi per ogni sezione

Trattandosi di un concorso, una gara, sono previsti dei premi in denaro.

Partecipare al concorso è completamente gratuito, ed è, come abbiamo detto prima, aperto ad architetti, ingegneri e designer, siano essi studenti o professionisti.

Innovazione e Architettura per il Mare
  • Grand Prix: 7.500 euro
  • Focus Award “The Underwater Village”: 2.500 euro
Innovazione e Architettura per lo Spazio”
  • Grand Prix: 7.500 euro
  • Focus Award “The Lunar Village”: 2.500 euro
Innovazione e Architettura relativi all’innalzamento del livello del mare
  • Grand Prix: 7.500 euro
  • Focus Award “The African Coastline”: 2.500 euro

Già vi sono più di 8000 candidati da 135 paesi differenti a partecipare al concorso.

L’ideatore e fondatore della fondazione Jacques Rougerie, incoraggia la creazione di gruppi multidisciplinari con lo scopo di aiutare una riflessione collettiva sull’architettura biomimetica, così da poter integrare scienza e arti.

Il decimo concorso internazionale di architettura è dunque la chance giusta per giovani innovativi di creare un progetto, un ideale che farà la differenza e avrà un impatto nel nostro futuro.

Per potersi registrare o avere più informazioni riguardo la Fondazione e il concorso di cadenza annuale, è possibile visitare il sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend