La salute vien mangiando… la frutta e la verdura

Sappiamo tutti quanto è importante curare la propria salute, intesa come un corpo sano e attivo.

La salute parte dal cibo che mettiamo nel piatto. Un cibo sano e di buona qualità è di certo un prezioso alleato per il nostro benessere.

La salute ai tempi della nonna

Mia nonna viveva in campagna e, fin da giovane, teneva delle gallinelle nel pollaio. Poche, per fare il brodo quando diventavano vecchie e per avere uova sempre fresche.

E cosa preparare per la nipotina in crescita? Semplice. Lo sbattutino!

Sicuramente molti lo conosceranno, magari con altri nomi… lei lo chiamava così. Prendeva un uovo freschissimo. Lo sgusciava su una ciotolina o una tazzina per ottenere solo il tuorlo. E sbatteva il tuorlo con un buon cucchiaio di zucchero fino ad ottenere una cremina spumosa. Pronta la merenda! Era delizioso, da leccarsi i baffi. Una preparazione davvero semplicissima che dava tanta energia e tutte le preziose proprietà dell’uovo.

Frutta e verdura a volontà

salute
La salute nella frutta

Al giorno d’oggi siamo sempre di corsa. Conciliare casa, famiglia e lavoro… è già un lavoro di per sé! A risentirne maggiormente è l’alimentazione. Mangiamo di fretta, magari cibi già pronti perché basta soltanto riscaldarli. O cibi ricchi di grassi e golosi perché soddisfano la fame e ci gratificano come coccola.

Di conseguenza, il consumo di frutta e verdura si riduce notevolmente.

Utile quindi trovare un modo per consumarli, che sia veloce, pratico, invitante e soprattutto che mantenga vive le loro proprietà.

Un esempio? Un bel frullato!

Prendete la frutta che più vi piace. Si prestano anche alcune verdure, come la carota, o il sedano, o il pomodoro. Fare sempre attenzione che siano freschi, sani e di stagione. Tagliarli a pezzettini, versarli nel mixer. Pochi minuti e avrete pronta una bevanda deliziosa e salutare.

Siete golosi e volete un tocco di gusto in più? Unite alla frutta un po’ di latte, vegetale o vaccino come preferite. Dello yogurt, bianco o alla frutta. Oppure un bel cucchiaio di miele (mi raccomando, prodotto artigianalmente dagli apicoltori).

O del cacao o della vaniglia. Goloso sì, e sano!

L’estrattore di succo

Salute frutta mixer
Il bicchiere del mixer

Mi dilungo ancora un po’ per illustravi un macchinario particolare, che sta entrando nelle nostre cucine negli ultimi tempi. Si tratta dell’estrattore di succo.

A prima vista, assomiglia ad un frullatore. Ha un corpo motore e un bicchiere dove inserire la frutta. La novità è nel suo funzionamento. Il motore gira a velocità ridotta (tra le 60 e 160 rotazioni al minuto) facendo muovere la coclea, una sorta di vite, che schiaccia con molta forza il vegetale. Il succo che ne esce passa attraverso un setaccio tramite la forza centrifuga. Nel setaccio rimarranno le bucce e la polpa. Grazie proprio alla bassa velocità, i valori nutrizionali vengono mantenuti fino al doppio rispetto ad una centrifuga.

Meglio l’estrattore o la centrifuga?

Sono entrambi metodi validi per consumare frutta e verdura.

Il succo ottenuto dall’estrattore è un succo vivo. Le sue qualità nutrizionali sono preservate. Di contro non è pastorizzato, va quindi consumato al momento.

La centrifuga ha un difetto. Lavora ad alta velocità, scaldando l’alimento e disperdendo le vitamine volatili. Il suo plus è il succo comprensivo di fibre, contenute nella polpa e nella buccia che l’estrattore invece scarta.

Le fibre aiutano la motilità dell’intestino e rallentano l’assorbimento degli zuccheri. Ma anche dei nutrienti.

La scelta giusta, in definitiva, non c’è. Estrattore e centrifuga sono due ottimi strumenti per assumere frutta e verdura. Ad ognuno la scelta, a seconda dei propri gusti e della propria dieta.

Nella prossima puntata vi proporrò gustose ricette per bevande colorate e salutari. Ovviamente i vostri consigli sono sempre ben accetti.

Vi aspetto!

Leggi anche…

Olio del Garda un oro liquido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend