FACCE DA CHEF: Luca Tomasicchio

Una ricetta speciale sui tavoli di Tola Rasa

Oggi faremo una sosta nella prima cintura patavina, ad ospitarci è il ristorante Tola Rasa con il Patron Luca Tomasicchio. Qui la tradizione incontra l’innovazione e la creatività, a volte folle dello chef. I suoi piatti estrosi ci hanno affascinato ma, uno in particolare ci ha conquistato. Vi proponiamo quindi un abbinamento vino-cibo da leccarsi i baffi: Pappardelle ai funghi con carpaccio di capriolo e Carmenere della Cantina Vicentina PuntoZero.

La gavetta di Luca Tomasicchio è ben fornita, da Enzo De Prà al Dolada, il grande saggio dell’Alpago (BL). Poi da Erminio Alajmo alla Montecchia e successivamente alle Calandre, di Massimiliano Alajmo, da quest’ultima esperienza si è sprigionato il suo estro in cucina. Arriva poi nella cucina di Carlo Cracco, prima che spopolasse nel mondo della televisione, dove impiattava antipasti e secondi. 

Poi è iniziata la sua esperienza in ristoranti internazionali collocati in tutto il mondo, otto anni in Lussemburgo, presso Mosconi. Altra tappa della sua formazione culinaria Blumenthal in Inghilterra. Da qui un bel volo verso la Germania da Ernst Knam, fino a toccare il Giappone per imparare il sushi, a Kamahura.

La lista delle sue esperienze lavorative prima di creare “Tola Rasa” (Tabula Rasa in veneto), è davvero molto lunga, proprio per questo è innegabile la qualità che propone questo angolo di paradiso padovano.

Un profumo d’ispirazione

FACCE DA CHEF: Luca Tomasicchio pappardelle funghi e carpaccio di capriolo cermenere punto zero

Nella nostra chiacchierata lo chef ci ha presentato uno dei suoi piatti preferiti, nato da un’ispirazione proveniente da un profumo, più precisamente dal profumo di un vino speciale presente nella cantina del ristorante, il Carmenere di PuntoZero, una cantina Vicentina a noi particolarmente cara.

Il vino è un cento per cento Uva Carmenere, un vitigno dalla storia affascinante, portato in Francia dai Romani e il cui nome deriva probabilmente dal “carminio” per via del color porpora intenso. 

Pensando proprio a questo vino, il nostro cuoco ha creato una ricetta semplice ma innovativa le “Pappardelle ripiene ai funghi con carpaccio di capriolo”. 

In questo piatto i profumi del vino e dei finferli freschi sono in perfetta sintonia con il sapore delicato del carpaccio di capriolo che viene a sua volta, rinforzato dal gusto persistente del fondo di cottura di capriolo. 

Il piatto ha un sapore davvero unico, e non possiamo fare altro che consigliarvi questo ristorante se avete l’occasione di passare da queste parti. Siamo sicuri che verrete conquistati dall’atmosfera e soprattutto dai sapori, intanto vi lasciamo con la video-ricetta del piatto, buona visione!

Per scoprire altri angoli del sapore come questo seguite la nostra rubrica Facce da Chef!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend